Ostia Antica: resoconto della visita di domenica 26 ottobre

La giornata di ieri, meno fredda di quel che temevamo, è stata la conferma, una volta di più, che visitare senza fretta le case dipinte di Ostia Antica è quasi un’utopia: i custodi devono rispettare orari ben precisi (apertura alle 10.30 e chiusura entro le 12.30), per cui all’inizio hanno fatto entrare contemporaneamente nella prima insula sia il mio gruppo che le singole persone. Per fortuna i due custodi hanno capito quasi subito che il mio gruppo si sarebbe attardato rispetto ai singoli, per cui si sono divisi le chiavi: uno dei due custodi è rimasto con noi, mentre l’altro portava i singoli a vedere le case successive. Nonostante ciò, ho avuto comunque, purtroppo, un tempo limite per spiegare le diverse case e ciò ha suscitato, giustamente, qualche malumore, perché non è stato possibile godersi le pitture in santa pace. Di ciò mi dispiace immensamente e me ne scuso, purtroppo per il momento non sembra ci sia soluzione a questo inconveniente: le case dipinte vengono aperte solo la domenica mattina e solo alle 10.30, senza una guida, senza un’audioguida e senza un depliant (ma questo al telefono non lo specificano mai, per cui oltre alla brutta sorpresa una volta sul posto, c’è pure la beffa dei pochi minuti a disposizione per vedere ogni casa – senza capirci nulla).

img-20141026-wa0002a
Naturalmente, una volta giunti alla fine della visita delle case dipinte – in una zona isolata lontanissima, ovvero esattamente dalla parte opposta dell’ingresso degli scavi – ho riaccompagnato il gruppo verso l’uscita mostrando, lungo il percorso, i resti più interessanti e significativi dell’antica città, purtroppo sparpagliati e spesso anche nascosti, sicché la visita alle case è finita verso le 12.30, mentre la visita di Ostia Antica è proseguita fin verso le 16.00: del resto, visto che i custodi se ne erano andati, potevo lasciare il gruppo nel mezzo degli scavi e senza una mappa? No, così li ho portati a vedere le Terme dei Sette Sapienti:

10-2_3
Il mitreo delle Terme del Mitra:

DSC00182
La Domus di Amore e Psiche:

DSC00875
DSC00873

Le Terme di Buticosus:

14-8_3

La Taberna dei Pescivendoli:

Il Foro:

DSCN0297
Una delle tante latrine pubbliche (forica):

DSCN0196
La Terme del Foro:

DSCN0157
Il Teatro:

DSCN0043
E infine le Terme di Nettuno:


Il mosaico principale delle Terme di Nettuno è ancora in restauro, ma comunque ben visibile per la maggior parte.
Prossimamente posterò le foto dell’Insula delle Volte Dipinte, al momento chiusa di nuovo al pubblico, ma facente comunque parte del circuito delle case affrescate, per cui si spera che in un futuro prossimo sia nuovamente fruibile.