Terme di Caracalla: resoconto della visita di domenica 5 ottobre

Essendo ieri la prima domenica del mese, il biglietto d’ingresso alle Terme di Caracalla era gratuito e valido (nell’arco della giornata) anche per visitare la Tomba di Cecilia Metella e la Villa dei Quintili. Normalmente però questo biglietto ha una validità di 7 giorni per poter visitare 3 siti archeologici a grande distanza tra loro, ma dal momento che ieri era appunto gratuito, aveva la validità limitata a un giorno solo.
Questa nuova iniziativa di aprire gratuitamente al pubblico, la prima domenica del mese, musei e siti archeologici statali (cioè facenti capo alla Soprintendenza, che non va confusa con la Sovrintendenza, che è invece comunale) sta richiamando folle di visitatori non solo stranieri: mi ha fatto piacere scoprire che molti italiani si sono avventurati fra le rovine e si sono anche avvicinati per chiedermi informazioni, anche perché purtroppo la biglietteria mette a disposizione (a pagamento) solo audioguide e i cartelli esplicativi sono davvero pochissimi. Capire infatti un monumento così grande e complesso come le imponenti Terme di Caracalla non è affatto facile, se ci si avventura da soli senza la benché minima nozione di storia, arte e architettura.
Alcuni partecipanti alla visita guidata hanno scattato delle foto e me le hanno gentilmente passate:

IMG-20141005-WA0012

img-20141005-wa0004a
IMG-20141005-WA0027
IMG-20141005-WA0014

Devo purtroppo lamentare come il mitreo e i sotterranei adibiti a deposito dei marmi siano ancora chiusi al pubblico, di conseguenza ho postato sulla pagina Facebook di Archeotrip le foto da me scattate qualche tempo fa, quando almeno i sotterranei erano accessibili. Ne posto alcune anche qui:

IMG_4197 IMG_4206 IMG_4207 IMG_4213

Dal momento che alcune persone non hanno potuto partecipare, ripeterò su richiesta questa visita guidata, che si terrà in ogni caso una domenica di novembre (tempo atmosferico permettendo).

Grazie ancora a tutti quelli che hanno partecipato.